Loading...
I Laghetti 2018-07-25T10:15:06+00:00

I Laghetti

Situati a 1940 metri di altitudine, tra rododendri e mirtilli, si trovano questi due magnifici specchi d’acqua, nei quali si riflette una ricca vegetazione alpina: sono i Laghi di Ravenola.

Entrambi i laghi sono di origine glaciale e sono alimentati da sorgive: da qui ha origine il torrente Grigna.

Sono circondati da una serie di cime tra le quali il Monte Colombine che, con i suoi 2215 mt di altezza, è il monte più alto della Valle Trompia.

Vi è una pace assoluta e soltanto il fischio delle marmotte interrompe il silenzio che in questo luogo regno sovrano.

Da novembre a maggio i laghetti sono completamente coperti dalla neve che cade copiosa e il paesaggio cambia completamente aspetto!

La Pesca

Questo però non impedisce ai pesci di sopravvivere: i laghetti infatti non ghiacciano completamente, dato che il laghetto più grande raggiunge in alcuni punti i 20 mt di profondità, mentre il più piccolo resta sui 7\8 mt. Le trote quindi si ritirano sul fondo dei laghi dove entrano in uno stato di semi-letargo.

In primavera, quando i primi raggi di sole cominciano a lambire le sponde del lago, il ghiaccio si ritira e le trote che sono sopravvissute al rigido inverno ricominciano a riaffiorare per cibarsi di insetti e di ciò che la natura circostante offre loro.

Nei nostri laghetti è possibile divertirsi sia con la pesca classica, nel lago più grande, sia con la pesca no-kill in quello più piccolo.

Laghetto Grande
Laghetto Piccolo

Specie di Trote

I Laghetti di Ravenola ospitano diverse specie di trote: iridee salmonate, salmerini di fonte, fario, lacustri e marmorate. Specie queste che amano acque lacustri profonde, ben ossigenate, pulite e fredde, con temperature inferiori ai 18°C.

Trota Fario

Sempre facente parte della famiglia dei salmonidi, la trota fario (Salmo trutta forma fario) è molto simile per struttura e forma alla trota iridea: ha il corpo allungato, testa robusta acuminata verso la mascella. Le pinne sono robuste e la rendono adatta ad ambienti selvatici.

La livrea è variabile per mimetizzarsi con l’ambiente circostante, il dorso va dal bruno al grigio argenteo, i fianchi sono grigio giallastri, il ventre tende al giallo chiaro. Tipiche sono le chiazze nere sul dorso e soprattutto quelle rosso vivo sui fianchi.

Dal punto di vista nutrizionale è ricca di proteine, ha un basso tenore di colesterolo e calorie.

Trota Iridea Salmonata

Anche l’iridea salmonata (Oncorhynchus mykiss) appartiene alla famiglia dei salmonidi. Ha un corpo allungato e rivestito da piccole squame, con capo di forma conica e grande bocca con mascelle provviste di forti denti.

La livrea cambia a seconda dell’ambiente in cui il pesce vive. Quelle che crescono nei nostri laghi hanno la colorazione grigia, con chiazze nere, fianchi solcati da una linea iridescente orizzontale color argento con sfumature di rosa.

Unica per la magrezza e la delicatezza della carne, è ricca di proteine e sali minerali, è facilmente digeribile e molto apprezzata per il suo apporto di Omega 3.

Trota Lacustre

Salmonide con corpo allungato, testa molto sviluppata rispetto al corpo, con bocca ampia e mascella potente.

Il colore della livrea è grigiastro con sfumature azzurre, mentre le parti basse hanno riflessi argentei.

Punteggiature nere a forma di X sono sparse sul dorso, sui fianchi e sulle pinne.

Le carne della trota lacustre (salmo trutta lacustris) è molto pregiata, chiara e di consistenza soda.

Salmerino di Fonte

Sempre appartenente alla famiglia dei salmonidi, ha corpo allungato e muscoloso, che lo rende adatto ad acque turbolente. La testa è allungata, con mascelle forti e sviluppante in ampiezza. Il dorso del Salmerino (Salvelinus fontinalis) è appena incurvato, sulla cui cima s’innesta la corta ma robusta dorsale.

La livrea è varia, ma definita: fondo verdastro chiazzato da macchie gialle e puntini rossi, lo rendono distinguibile dalle altre specie.

E’ un gran vorace carnivoro che si nutre praticamente di ogni piccola creatura che gli capita “a tiro”.
La carne del salmierino si presenta soda, magra, tenera e delicata.